Sta cercando la soluzione più adatta a te.
Mentre aspetti ti sveliamo qualche curiosità
Lo sai che
Lignano ospita ogni anno molti concerti di vari generi musicali?
In caso di problemi di visualizzazione della pagina, clicca qui
Prenota la tua vacanza
Data di arrivo
Data di partenza
Numero di ospiti 2 Adulti - 0 Bambini
Appartamento/Camera
Appartamento/Camera 1
N. Adulti
N. Bambini
Appartamento/Camera 2
N. Adulti
N. Bambini

Alla scoperta del faro

Bibione dal 22/04/2016 al 30/09/2016

Latitudine 45° 38,2’ N, longitudine 13° 05,9’ E: sono queste le coordinate che leggiamo nelle mappe nautiche di un tempo e che hanno condotto molti marinai al faro di Bibione, caposaldo per le attraversate via mare una volta, gettonato traguardo di escursioni, passeggiate e cavalcate in riva al mare oggi.


È stato costruito a inizio Novecento (1913) dal Genio Civile e venne distrutto poco dopo - nel 1917-, ma nel giro di poco tempo fu subito ricostruito.  È  situato nella zona più orientale del paese, alla sommità della foce a delta del fiume Tagliamento. Lo caratterizza un’architettura semplice e lineare e una tinta soave, tra il bianco e il giallo ocra. Dapprima alimentato da fuochi che i guardiani si premuravano di tenere costantemente in vigore, raggiunse poi la completa autonomia grazie a due interventi di automazione, il primo avvenuto nel 1952 e il secondo, successivo, nel 1973.
Lo stabile è composto da due piani a pianta rettangolare ed adiacente ad esso si erge una torre di ben 21 metri, grazie alla quale il faro è riconoscibile fino a 15 miglia dalla costa.

Partendo dal sentiero che attraversa la cosiddetta “zona degli istriani”, sito legato alla storia degli anni ’50, durante i quali molti profughi istriani trovarono asilo, si raggiunge il faro. Il tragitto è percorribile in bicicletta, a piedi o a cavallo, anche fuori stagione, e fin da subito ci si trova circondati e immersi nel caratteristico paesaggio, dove fauna e flora ben si amalgamano fra di loro, sintomo di un ecosistema in perfetto equilibrio.
Tra la fauna che popola la pineta annoveriamo diverse specie di uccelli, quali l’usignolo, il merlo, il picchio rosso, il falco pescatore, la rondine di mare, il Martin Pescatore e la cinciallegra. Dimorano inoltre parecchi mammiferi quali lo scoiattolo, il daino, il riccio, e la donnola; oltre a diverse varietà di rettili è possibile incrociare nel proprio percorso anche le rare tartarughe di Hermann e le rane agili.
Crescono invece prospere nel sottobosco orchidee, eriche, campanule, biancospini e  pungitopi mentre vegetano arbusti vari, il pino nero d’Austria e il leccio.
Questo multiforme ecosistema si riconduce facilmente alla particolare tipologia di ambiente, che ospita e ben fonde molteplici habitat: il bosco, il fiume, la spiaggia, le depressioni retro-dunali, la pineta e le zone umide.

Sono in corso lavori di manutenzione, parte dei quali terminati nel 2016, che hanno portato alla costruzione di una nuova pista ciclabile che permette di arrivare da Via Rigel fino al faro sia a piedi che in bicicletta.

 

Potrebbe interessarti anche...
Bibione
Barawards 2017: il Savoy Beach Hotel and Thermal SPA è nella top 10
dal 01/01/2018 al 13/12/2018
Leggi tutto
Bibione
La Strada del Vino e del Prosecco
dal 01/01/2018 al 31/12/2018
Leggi tutto
esplora il mondo europa tourist group a &
Europa Group SPA © 2008 - 2018 | P.IVA 01761080272 -  Corso del Sole 102, 30028 Bibione - VENEZIA - Italy | +39 0431 430144
Credits